Distorsione alla caviglia

distorsione-alla-caviglia

Cos’è la distorsione alla caviglia?

La distorsione laterale di caviglia è una tra le più comuni lesioni muscolo-scheletriche degli arti inferiori che colpiscono le persone che partecipano ad attività sportive e ricreative. Il 60-70% della popolazione riferisce di aver subito una distorsione di caviglia durante la propria vita. L’85% delle lesioni di natura distorsiva di caviglia avvengono in inversione, il 15 % in eversione coinvolgendo le componenti capsulo-legamentose mediali. Le lesioni in inversione interessano maggiormente il legamento peroneo-astragalico anteriore.

Quali sono le cause che determinano una distorsione alla caviglia?

Sesso femminile, deficit del controllo posturale e propriocettivo e limitata dorsiflessione di caviglia rappresentano i principali fattori di rischio intrinseci. Tra i fattori di rischio estrinseci il tipo di scarpa, il tipo di sport, la durata e l’intensità dell’attività sportiva. Tra gli sport più a rischio vi sono il basket, il volley e il calcio.

Quali sono i sintomi della distorsione alla caviglia?

La distorsione è un evento traumatico improvviso che genera forte dolore ed impotenza funzionale immediatamente dopo il trauma. L’articolazione tende a gonfiarsi e nel giro di alcune ore può comparire un ematoma sul versante esterno (distorsione classica in inversione).

Come si effettua la diagnosi di una distorsione alla caviglia?

Per effettuare la diagnosi vanno valutate diverse cose:

  • Capacità di sostenere il carico
  • Dolorabilità, gonfiore e ematomi ad indicare lesioni dei tessuti molli più importanti
  • Assenza di dolorabilità alla palpazione sull’osso in assenza di deformità
  • Storia clinica del paziente con precedenti distorsioni alla caviglia o instabilità cronica
  • Positività a test ortopedici specifici (cassetto e tilt principalmente)
  • Esame radiografico ed ecografico di supporto per verificare lo stato osseo e legamentoso qualora ci fossero dubbi dopo l’esame obiettivo

Quali sono le cure più efficaci contro la distorsione alla caviglia?

In fase acuta l’utilizzo del ghiaccio e della compressione sono i due fattori determinanti. In letteratura è stato recentemente proposto il metodo “peace and love” che sta a significare:

PEACE – Protezione, Elevazione, Antiinfiammatori (da minimizzare o non usare),Compressione, Educazione

LOVE – (Load)Carico, Ottimismo, Vascolarizzazione, Esercizio [1].

Fondamentale dopo la prima settimana sarà la terapia manuale associata a discrezione dell’equipe riabilitativa da terapie fisiche antalgiche e di stimolazione tessutale oltre all’introduzione di esercizi specifici che vadano a rinforzare i muscoli peroneali, recuperare il ROM di caviglia e infine la propriocezione. 

Il recupero completo sarà determinato dal grado di lesione strutturale ; i tempi minimi sono di circa 3 settimane per una lesione di I grado a salire per il II e III grado. Il ritorno alle attività senza che sia avvenuta la completa guarigione può aumentare il rischio di sviluppare instabilità e recidive.

In conclusione:

  • La distorsione di caviglia è uno dei traumi più frequenti in ambito sportivo.
  • È fondamentale applicare ghiaccio e compressione immediatamente.
  • La visita medica è fondamentale per classificare e impostare il giusto percorso terapeutico che risulta essere sempre conservativo tranne che per alcune lesioni di III grado.
  • Attualmente il protocollo peace and love è il più innovativo.
  • La prognosi nel I grado è di circa 3 settimane.